F.I.G.S.

Federazione Italiana Gioco Scopone

Get Adobe Flash player

Translate

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

Galleria Fotografica

Link Consigliati

 

Logo AAR Ricciardelli

Contrada ( AV ) Italia
Tel 0825 - 674371
Fax 0825-674370
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 villanicalce

Da oltre cinquanta anni
una significativa
presenza nel settore edile

 

Questo spazio è riservato ad aziende amiche e sponsor della FIGS

Visitors Counter

0002140764
OggiOggi152
IeriIeri395
SettimanaSettimana1294
MeseMese5551
AnnoAnno2140764
IP:54.226.58.177
Logged In Users -0
Guests -60
Now Online
-

F.A.Q. sulla Storia del gioco

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

F.A.Q. Frequently Asked Questions

Domande frequenti sul Gioco dello Scopone
Storia e Varianti del gioco

 

Quando è nato lo Scopone ?

Il libro più antico che esiste sullo Scopone, scritto nel 1855, lo testimonia come gioco conosciuto da almeno 3-4 generazioni di avi. Facendo un rapido calcolo si potrebbe pensare di collocare la nascita attorno alla metà del ‘700.

 

Ma come e dove è nato lo Scopone ?

Sempre il libro citato prima attribuisce questa invenzione a quattro notabili di qualche paesello di provincia (notaio, farmacista, sindaco e medico): stanchi di giocare alla scopetta a 2, decidono di giocarla in 4, con 9 carte ciascuno e 4 in tavola. Dalla provincia lo Scopone passò al Capoluogo e poi alla Capitale (Napoli) ove divenne in uso presso la magistratura, in particolare i Consiglieri della Regia Camera di Santa Chiara usavano rilassarsi la sera giocando a scopone, dopo una giornata particolarmente faticosa.

 

Lo Scopone Scientifico è diverso da quello classico ?

L'aggettivo Scientifico si applica tout court al gioco, nelle varianti sia a 9 che a 10 carte. La denominazione scientifico significa che le regole date conferiscono a tale gioco la dignità di Scienza. Ciò vale per tutte e 2 queste versioni (mentre altrettanto NON si può dire per altre varianti come, p.e., la Scopa d'Assi).

 

La Scopone Classico si chiama così in contrapposizione allo Scientifico ?

La parola Classico, in questo caso, si riferisce sempre alla versione a 9 carte, ma non è in contrapposizione all'aggettivo Scientifico. Si potrebbe chiamare Classico e Scientifico lo Scopone a 9 carte e solo Scientifico quello a 10. Però così facendo si alimenta comunque un equivoco di fondo sul nome.

 

Come mai molti Siti Web, Libri ed Enciclopedie chiamano Scientifico la versione a 10 carte ?

L'Enciclopedia Italiana Treccani, ad esempio, ha attribuito quest aggettivo alla versione con 10 carte: una fonte così autorevole è stata ritenuta corretta dai più e la cosa è in parte vera. Quanto a siti e libri spesso tale denominazione è stata usata per eredità di testi precedenti, talvolta anche in maniera acritica. Per superare ogni possibile equivoco, sarebbe meglio parlare di Scopone a 9 o a 10 carte.

 

Nel film Lo Scopone Scientifico, di Luigi Comencini, Sordi e la Mangano giocano a 9 o a 10 carte ?

Nel film del 1972, le coppie giocano sempre a 9 carte, con 4 carte in tavola. Il film ha avuto la consulenza di ottimi giocatori delle associazioni del tempo, UIGC e ANAC che, da tempi immemorabili, giocano solo a 9 carte, pur essendo nate attorno agli anni '50 del secolo XX.

 

Ma non è stato Chitarrella che, nel 1750, per primo ha chiamato Scientifico lo Scopone a 9 carte ?

Se così fosse si potrebbe attribuire una primogenitura storica alla versione a 9 carte, l'unica referenziata in tale scritto, versione che certo merita questo aggettivo. Però il cosiddetto Manoscritto di Chitarrella è un falso di fine '800, inizio '900, non è del 1750. Nessuna parentela con l'autore che, in quell’epoca, scrisse un testo su Mediatore e Tressette, forse un tentativo di nobilitare il gioco attribuendogli una maggiore vetustà.

 

Come mai Chitarrella è più famoso per lo Scopone che per il Tressette ?

Lo Scopone ha una regola principale molto semplice: quella del pariglio/spariglio. Essa è la prima da considerare in questo gioco, e ciò ha dato più fama all'autore di questo falso rispetto alle altre regole, meno immediate, tramandate dal primo, vero, Chitarrella sul Tressette. La ragione, probabilmente, sta nella struttura matematica del gioco i cui meccanismi (di semplice somma dei valori sulla tavola) sono più facili ad apprendersi di quelli del Tressette.

 

Chi è il mazziere ?

Il mazziere, detto anche cartaro, è colui che distribuisce le carte per la smazzata, per tale ragione è l’ultimo a giocare dopo gli altri tre, e ha la responsabilità di impostare correttamente il gioco per quella smazzata.

 

Chi è il contromazziere ?

Il contromazziere è colui che gioca prima del mazziere, il terzo di mano, è lui che ha il compito di fare il gioco per la coppia non mazziere, cercando di stallonare il suo avversario.

 

Cosa significa sparigliare ?

Le 40 carte che si usano nel gioco sono divise in 4 semi (bastoni, coppe, spade e denari). Perciò di ogni valore (Asso, 2 ... ecc.) esistono quattro carte nel mazzo, cioè i valori sono PARI; se nel corso della smazzata un giocatore piglia 5+3=8 (p.e.) allora i 3, i 5 e gli 8 restano SPARIGLIATI, cioè resta un numero DISPARI di 3, 5 ed 8 ancora in gioco. Un sinonimo di spariglio è rottura, nell’esempio precedente 3, 5 ed 8 sono carte rotte.

Attenzione che le parole PARI e DISPARI non si riferiscono al valore della carta (Asso è numero dispari, 8 numero pari) ma al fatto che restano in gioco un numero di carte PARI o DISPARI di quel valore. Dire che l'Asso è PARI significa dire che in gioco ci sono 0, 2 o 4 carte con valore 1.

 

Cosa significa parigliare ?

E' l'operazione inversa alla precedente: se un secondo giocatore piglia di nuovo 3+5=8 allora i tre valori detti tornano ad essere in numero PARI in gioco (0, 2 o 4). Tale operazione è detta anche controspariglio o controrottura.

 

Cosa significa chiudere o tallonare per il mazziere ?

Significa che il mazziere riesce a pigliare con la sua carta finale attribuendosi anche le eventuali carte residue in tavola. In alcuni casi può essere il socio del mazziere a fare l’ultima presa con analogo premio finale delle carte residue.

 

Cosa significa stallonare il mazziere ?

Significa non permettere al mazziere (e neppure al suo socio) di portare a casa la sua ultima carta, lasciando anche le eventuali carte residue alla coppia non mazziere, in questo caso perlopiù è il terzo di mano (contromazziere) ad effettuare la chiusura.

 

Con quali carte si gioca lo Scopone ?

Lo Scopone andrebbe giocato con le carte Napoletane ma, al Nord d’Italia ed in Svizzera si usano le carte Genovesi o Milanesi. Poichè l’abitudine a giocare con un certo mazzo influisce sulla capacità del giocatore a memorizzare le carte calate e/o prese la FIGS ha creato un mazzo con doppio Seme: Bastoni-Fiori, Coppe-Cuori, Spade-Picche, Denari-Quadri. Inoltre esse presentano i simboli inglesi (J-Q-K) per Jack (il Fante, Otto) Queen (per la Regina, Nove) e King (il Re, Dieci).

 

Ma la Donna rappresenta l’Otto o il Nove ?

In considerazione dei mazzi adoperati al Sud la Donna corrisponde all’Otto, il Fante. Ma al Nord la Donna è il Nove. Se si usasse la parola Regina non nascerebbe alcun equivoco. Storicamente il trattato sul Mediatore del 1750, attribuito al Chitarrella già citato, chiama Octo la Mulier, perciò 8 è Donna. Ma le tradizioni locali spesso la fanno da padrone. Le carte FIGS recano Q (Q=Queen, Regina) quale simbolo sul Cavallo, che appunto vale 9.

 

 

end faq