F.I.G.S.

Federazione Italiana Gioco Scopone

Get Adobe Flash player

Translate

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

Galleria Fotografica

Link Consigliati

 

Logo AAR Ricciardelli

Contrada ( AV ) Italia
Tel 0825 - 674371
Fax 0825-674370
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 villanicalce

Da oltre cinquanta anni
una significativa
presenza nel settore edile

 

Questo spazio è riservato ad aziende amiche e sponsor della FIGS

Visitors Counter

0002530372
OggiOggi337
IeriIeri417
SettimanaSettimana756
MeseMese8288
AnnoAnno2530372
IP:34.236.191.104
Logged In Users -0
Guests -79
Now Online
-

1974 - Amodio Renno, Lo Scopone scientifico

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Talvolta, leggendo alcuni testi si ha l'impressione che chi decide di scriverli e poi pubblicarli abbia l'unico problema di comparire quale autore; il contenuto è un fatto secondario.

Così leggendo questo libretto di 53 pagine sul gioco dello Scopone, di cui 2 per la prefazione, 3 per la "storia" delle carte, 11 per le modalità di gioco, numerando anche le pagine lasciate in bianco  e rimanendo a disposizione 15 facciate per la "tecnica del gioco" tale sensazione ne riesce rafforzata.
Quando poi si legge "Proprietà letteraria riservata" ... viene da chiedersi ma proprietà  di che cosa ?? Le ultime 40 pagine contengono la ristampa del Codice di Chitarrella, Scopone e poi Mediatore e Tressette. Abbiamo già visto in tante altre recensioni che il Chitarrella Scoponistico è una invenzione di fine secolo XIX.  Il valore aggiunto di tale libretto rispetto ad altri usciti prima in stampa è praticamente NULLO; è come re-inventare l'acqua calda e pretendere qualche riconoscimento per tale scoperta !

Va bè ... vediamolo più in dettaglio: questo libro, del tutto sconosciuto sinora è stato rintracciato presso una Libreria Antiquaria di Napoli.

Autori del libro sono, presumibilmente, 2 giocatori di Napoli, l'Editore è pure di Napoli.

Per scopone scientifico gli autori intendono la versione a 9 carte con 4 carte in tavola, chiamano bastardo quello a 10 carte, negando la sua scientificità.
La novità è che per loro la scopa finale vale !! Affermano esplicitamente che nelle 10 carte è giusto che non ci sia, in quello a 9 invece la ritengono valida ... Giocare così è davvero assurdo: non è detto che a 9 carte la distribuzione sia tale da permettere lo spariglio, pensare che la coppia non mazziere debba essere cornuta e mazziata è un po' eccessivo. Ammettono anche il chiamarsi fuori, se concordato in precedenza: non è uno scandalo ma davvero lo Scopone non si gioca così !
Parlano delle regole del Pseudo Chitarrella attribuendo al Chiurazzi la traduzione in napoletano, sappiamo già che non è assolutamente vero. Prima del 1974 diversi autori, con i loro scritti, avevano già dato un contributo alla teoria: 1950 Oliva e Scocchera, 1956 Pollini, 1961 Raimondi e, soprattutto, 1963 Giovanni Saracino. Di altri più vecchi, come il Chiurazzi 1895 in primis, magari non avevano notizia e quindi ne restano giustificati, ma un po' di ricerca bibliografica prima e di sana lettura poi sarebbe stata proficua. Avessero letto uno solo di questi avrebbero lasciato perdere l'impresa !
Unica originalità sta nel cercare di spiegare il perchè del nome del 48: o riferimento ai moti del 1848 o associazione del 48 con "il morto che parla" così come poi anche supposto da Oscar Mammì nel suo Dello Scopone del 2000, con il conforto  della Smorfia napoletana. In definitiva, abbiamo aggiunto un libro all'elenco, ma se ne poteva tranquillamente fare a meno. Sopra trovate l'Indice ed il Frontespizio finale, sotto la Copertina esterna