F.I.G.S.

Federazione Italiana Gioco Scopone

Get Adobe Flash player

Translate

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

Galleria Fotografica

Link Consigliati

 

Logo AAR Ricciardelli

Contrada ( AV ) Italia
Tel 0825 - 674371
Fax 0825-674370
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 villanicalce

Da oltre cinquanta anni
una significativa
presenza nel settore edile

 

Questo spazio è riservato ad aziende amiche e sponsor della FIGS

Visitors Counter

0002530361
OggiOggi326
IeriIeri417
SettimanaSettimana745
MeseMese8277
AnnoAnno2530361
IP:34.236.191.104
Logged In Users -0
Guests -65
Now Online
-

Paolo Ricciardelli

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

Il nostro Presidente è nato a Napoli il 19 maggio del 1951. Il papà è un magistrato; ha due fratelli, uno più grande, Fedelmassimo ed uno più piccolo, Bruno entrambi avvocati ed una sorella,  Ester psicologa.

 

In famiglia impara fin da piccolo a giocare a scopetta (in versione a due giocatori), poi  nel corso di una villeggiatura con la famiglia a Marina di Pisciotta, l'amico Carmelo Marsicano, allora giovane ventenne e futuro avvocato, gli insegna a contare il 48 che "nessuno sa perchè si chiami così".

La cosa lo affascina, gli sembra quasi un gioco di prestigio e lascia di stucco i suoi amici adolescenti con i quali gioca riuscendo ad indovinare  le ultime tre carte che hanno in mano.

 

Qualche anno dopo  suo fratello Fedelmassimo  prepara il concorso per entrare in magistratura, anche se lui un po’ lo boicottava avendo già deciso di dedicarsi alla professione forense, assieme a tre amici. Tutti i giorni si ritrovano a casa Ricciardelli e, immancabilmente, lo studio termina con una partita a scopone (nella versione  a 10 carte); però talvolta manca un giocatore ed allora Paolo viene chiamato a fare il quarto. Da qui nasce la sua passione per il gioco.

Anche Paolo è laureato in giurisprudenza, ha conseguito la laurea  dopo essersi sposato ma poi ha iniziato la sua carriera lavorativa nel settore delle assicurazioni.

Ha una sola figlia che vive e lavora a Roma.

 

La voglia di giocare riemerge vieppiù intorno al 1980, grazie all'incontro con  Amleto Muci, Enzo Crisci, Vittorio Crisci, Gianni Antonucci, Bruno Lapecorella, Beppe Festa, tutti amici di Bari.

Si giocava un torneo di  Scopone nei locali di un Circolo di Tennis.  Paolo partecipa a quel primo torneo insieme ad  una bella signora, sua compagna di gioco dotata di una  favolosa e bellissima scollatura. Forse per questo gli avversari si distraggono ed il nostro presidente riesce a giungere quarto.

Gli amici citati lo invitano ad entrare nella ABS, l'Associazione Barese, allora presieduta dall' avvocato Pasquale Tosches.

Comincia così a giocare con una certa intensità insieme ad Amleto Muci,  Gianni Antonucci, Beppe Festa, Bruno Lapecorella ed  Enzo Crisci .

Paolo ed Amleto sono tra i giocatori più giovani (25 anni Amleto e 30 il nostro), e vengono seguiti in modo particolare da Enzo al quale i nostri amici avevano conferito il titolo di “divino”.

Paolo passa le ore a giocare con gli amici discutendo spesso fino a tarda notte su alcune giocate fatte.

 

Nel periodo di fine anni 90 varie Associazioni di Scopone cercano di dar vita ad una Federazione Italiana Gioco Scopone; tra esse in particolare citiamo quelle di Napoli e di Bari: Paolo partecipa alle varie discussioni e riunioni che poi sfociano, nel 2000, nella nascita della FIGS. In quello stesso periodo, in collaborazione con Bruno Lapecorella,  è  uno degli ideatori  delle carte diventate poi le carte ufficiali della FIGS.
.

Insieme ad Amleto Muci il nostro Presidente ha vinto decine di gare e si alimenta così una reciproca, grande amicizia, consolidata dai numerosi Tornei partecipati e vinti.

Nelle  pagine Web del sito di Scopone potete  vederlo spesso sul podio. In particolare negli anni d'oro del gioco.

Tra i palmares citiamo: 2 campionati italiani a squadre, un master italiano  a squadre, una  Coppa FIGS a Roma, ben 6 Coppe Città di Salerno nei Tornei ASS, due Coppe Città di Bari nei Tornei ABS, 3 Trofei Ippocampo a Sabaudia, il Torneo organizzato dall'ASCOV. Possiamo anche ricordare le 6 coppe dell’Amicizia a Capri, e le 3 del Trofeo  Coppa Città di Pompei, quello del Golfo dei Poeti a Massa Carrara, il Torneo in onore di Pasquale Mitolo vinto  ben 9 volte.

Sempre con l'ABS  vince ben 10 Coppe del Torneo Caravella, uno della Città di Lecce, poi un Torneo ANS a Palinuro, ed la Coppa Antonio Sassi a Napoli.

Paolo ed Amleto giocano anche nei Tornei del  Nord Italia, però notavano che spesso in alcune gare  si adoperava una segnaletica illecita, la cosa li delude molto visto il vantaggio che tale pratica conferisce al gioco, snaturandolo; nonostante ciò, riescono a vincere una gara organizzata dagli spezzini a Marina di Massa ed il primo Campionato Italiano a squadre ad Aulla  (SP).

Invogliato dal papà verso la metà degli anni 90 Paolo acquista alcuni terreni a Contrada, un piccolo Comune  in provincia di Avellino, nel cuore della Campania e dà vita ad un’Azienda Agricola con annesso agriturismo, oggi molto conosciuto.
 

A Paolo i migliori auguri per la sua carica nella convinzione che possa far rivivere  un  nuovo entusiasmo per il nostro gioco.