F.I.G.S.

Federazione Italiana Gioco Scopone

Get Adobe Flash player

Translate

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

Galleria Fotografica

Link Consigliati

 

Logo AAR Ricciardelli

Contrada ( AV ) Italia
Tel 0825 - 674371
Fax 0825-674370
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 villanicalce

Da oltre cinquanta anni
una significativa
presenza nel settore edile

 

Questo spazio è riservato ad aziende amiche e sponsor della FIGS

Visitors Counter

0002530348
OggiOggi313
IeriIeri417
SettimanaSettimana732
MeseMese8264
AnnoAnno2530348
IP:34.236.191.104
Logged In Users -0
Guests -76
Now Online
-

Francesco Toriello

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Francesco Toriello nasce a Matera nel 1932.
Ivi compie i suoi primi studi e poi continua a Bari. Qui si laurea in Giurisprudenza nel 1954, con il massimo dei voti e la lode, discutendo una Tesi di Diritto Penale con Aldo Moro: Francesco era nel gruppo degli allievi prediletti e vicini al grande politico democristiano.
La sua carriera lavorativa si compie per intero nella Magistratura: è figlio di Michele, Magistrato, e padre di Michele, pure Magistrato.
Franco Toriello al tavolo di gioco, Napoli 2010Non solo giudice ordinario ma anche tributario: due strade parallele che lo vedono prestare la sua opera in vari Tribunali: prima a Matera, in seguito  a Lecce (come Pretore, Consigliere della Corte di Appello e Procuratore della Repubblica), a Bari (Giudice del Tribunale e Procuratore della Repubblica),  a Roma, in due periodi diversi (1990-1996 e 2000-2003) in qualità di Consigliere, prima,  e Presidente di Sezione della Suprema  Corte di Cassazione, poi.
Conclude la sua opera lavorativa nel 2004, quasi 50 anni nella Magistraura !Lo fa a Lecce come Presidente della Commissione Tributaria Provinciale, qui  tuttora abita: nel 2007 il Consiglio Superiore della Magistratura gli conferisce  il titolo onorifico di Procuratore  Generale Aggiunto della Corte Suprema di Cassazione in considerazione dell'ultimo incarico ricoperto. .
La sua vita è costellata anche di altre notevoli soddisfazioni: si sposa nel 1965 con Antonietta, conosciuta a Bari, ed è padre di Olga e Michele.
Il figlio Michele oltre a proseguire la carriera del padre, lo rende nonno di Francesco jr. e Gabriele.

Negli anni '80 viene eletto Presidente dell'Associazione degli Amici della Lirica di Lecce, intitolata a Tito Schipa, l'usignolo leccese;  tale  società lirica dal 1970 organizza un Concorso Internazionale per Giovani Cantanti Lirici ed il nostro amico riesce ad ottenere, nel 1990, l'abbinamento del Concorso ad una delle Lotterie nazionali ottenendo notevoli risultati a favore dell'attività sociale, consentendo la nascita di una Fondazione.Franco Toriello e Amleto Muci, Napoli 2010
Franco è un vero amante della musica e cantante lui stesso: riesce ad imitare molto bene alcuni grandi tenori come Enrico Caruso, Giacomo Laura Volpi (il suo idolo), Beniamino Gigli e lo stesso Tito Schipa.

Fonda e presiede tuttora l'ASAST di Lecce.
Il suo contributo alla nascita della Federazione è costante e convinto; numerose sono le riunioni con le  altre  Associazioni necessarie per costituire la Figs: egli partecipa praticamente sempre. Per essere presente ad una di esse si reca con amici a Roma ed è vittima di un brutto incidente d'auto: perde completamemte i sensi ed i suoi compagni di viaggio sono convinti della sua ... dipartita ed invece, fortunatamente, se la cava con un gran mal di testa.
Svegliandosi ha la presenza di spirito di far ridere gli astanti parlando del suo mancato martirio per la causa dello Scopone.
Nel settembre 2011 viene nominato Presidente Onorario della Figs con queste motivazioni : " ... per aver tracciato con profonda conoscenza giuridica, e con la saggezza che da sempre lo accompagna, i principi fondamentali dello Statuto della Federazione"  e perché, dopo tante accese ed aggrovigliate discussioni, seppe indirizzare  alle Associazioni costituenti una lettera aperta che " ... al momento giusto seppe liberare le idee e prepararle ad un evento importante e da lungo tempo atteso": mantiene tale carica sino al marzo 2014.

Da ultimo dovete sapere che Scopone e Musica vanno d'accordo, anzi di accordo:  pensate a Mascagni, Leoncavallo e Puccini oltre a Caruso !! Sono tutti tratteggiati nel Capitolo dedicato alla Cultura de La Storia dello Scopone, assieme ad altri che vedete nell'Indice del libro.
Francesco testimonia in pieno questo felice connubio come dimostra nell'occasione di un Torneo di Scopone organizzato dall'Associazione Salernitana a Majori: durante un concerto serale viene invitato ad esibirsi in quel contesto; canta quindi "O sole mio" imitando Caruso ed il successo strepitoso che ottiene lo deve bissare interpretando "A vucchella" sempre appartenente al repertorio del grande tenore.

Adesso, caro Franco, dovresti portare la nostra FIGS sui palcoscenici nazionali del Gioco, noi aspettiamo da te questo regalo !!!

Franco Toriello, Sabaudia 2009