F.I.G.S.

Federazione Italiana Gioco Scopone

Get Adobe Flash player

Translate

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

Galleria Fotografica

Link Consigliati

 

Logo AAR Ricciardelli

Contrada ( AV ) Italia
Tel 0825 - 674371
Fax 0825-674370
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 villanicalce

Da oltre cinquanta anni
una significativa
presenza nel settore edile

 

Questo spazio è riservato ad aziende amiche e sponsor della FIGS

Visitors Counter

0002530361
OggiOggi326
IeriIeri417
SettimanaSettimana745
MeseMese8277
AnnoAnno2530361
IP:34.236.191.104
Logged In Users -0
Guests -104
Now Online
-

Pasquale Tosches

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Pasquale Tosches nasce nel 1921 a Bari.
E' molto determinato nello studio: a scuola era già più di 2 anni avanti quando si diploma a 16 anni e mezzo.
Poi studia Giurisprudenza nell'Università di Bari e diventa il più giovane laureato d'Italia a poco più di 20 anni.
Sostiene gli esami per essere avvocato e diventa tale a poco più 23 anni: altro primato di giovinezza.
Compie il servizio militare, in Marina, a difesa del porto di Bari.
Vito Tomasicchio, Pasquale Tosches, Giandira Chieppa, Lidia Martucci e Gianni Fusaro, fine anni '70Nel dicembre 1943 il porto, risparmiato dagli alleati anglo-americani perchè servisse al loro sbarco, viene bombardato dall'aviazione tedesca, la Luftwaffe.
L'obiettivo dei tedeschi era quello  non consentire l'arrivo di armi e mezzi all'esercito alleato via mare.
Fu un vero inferno: dall'esplosione di una nave americana carica di bombe all'iprite fuoriuscirono sostanze tossiche che contaminarono
le acque del porto provocando più di 1.000 vittime.
In questo inferno il comportamento di Pasquale fu esemplare e trasse in salvo degli Ebrei che altrimenti non avrebbero trovato scampo. Per questo atto d'eroismo viene decorato alla fine della guerra.
Si sposa con Isabella, originaria di Senigallia (AN) e diventa padre di 4 figli:  Maria Luisa, Ester, Luigi,  avvocato come il padre, ed Antonella, scompare nel dicembre 2004.
Giuseppe Festa, Vincenzo  Mariliano, Franco Morfini, Pasquale Tosches con il microfono, Otello Ottomano, Bruno Lapecorella, dietro di lui Amleto Muci, Bari 1988La passione dello scopone lo conquista da ragazzo: allora usavano giocare a 10 carte.
Poi conosce Pasquale Mitolo, suo mentore,  nel cui studio faceva pratica, ed impara il gioco a 9 carte.
Assieme a  Mitolo fonda l'ABS; era così appassionato che faceva proseliti al gioco ovunque potesse: amici e parenti in primis, ma anche clienti dello studio se poco poco ne aveva l'occasione: trasmette l'amore per lo Scopone ai suoi figli, riesce con tutti salvo la grande.

Ester, la seconda figlia, diviene Presidente dell'ABS anche se per poco tempo: la cura delle sue due figlie, Rossella ed  Isabella, la vede presente in un agone più impegnativo.

Chi ci racconta queste note sulla vita del padre è proprio lei, Ester funzionario governativo,  lavoro che la porta a viaggiare tanto.

Ester, Luigi ed Isabella Tosches, Bari, dicembre 2011

Tra le sue memorie è ancor vivo il ricordo di Renato dell'Andro, sindaco di Bari,  deputato, docente e studioso di diritto, che  chiede al padre di illuminarlo sulle regole del gioco: " ... ecco - pensa da ragazza - questo gioco è davvero una scienza e mio padre la conosce proprio bene".
Ester gioca a Bridge ma predilige lo scopone perchè ritiene abbia meno regole e sia più aperto alla creatività ed alla fantasia.

Non possiamo che ringraziarla  per la sua appassionata testimonianza che permette a noi di ricordare una figura come Pasquale Tosches, giovane avvocato e cultore della scienza dello Scopone.

Pasquale Tosches, Bari fine anni '80